Titulo

Bell Bullitt: The Solution

Ispirato al primo casco Bell Star, il Bullitt è un'attrattiva moderna dell'originale. Caratterizzato da una straordinaria vestibilità e da particolari di alta qualità, il Bullitt è il casco perfetto per i piloti che cercano un look d'epoca con protezione completa.



Nel mondo delle cafe racer e delle special in generale, l'aspetto estetico è un fattore importante, la moto viene curata in ogni dettaglio e la stessa attenzione è rivolta anche al look.
Ogni accessorio dell'outfit viene scelto con cura, cosi da adeguarsi alla moto.
Ma se sull'abbigliamento le aziende riescono a dissimulare le tecnologie di sicurezza, sul casco la cosa non è cosi semplice.
Quindi se lo stile impone un casco jet, per guidare con il vento che colpisce il volto, la sicurezza ci dice che sarebbe meglio indossare un integrale.
Io stesso per anni ho utilizzato un casco jet anche per fare lunghi viaggi, ma se i duri e puri non concedono niente alla modernità, non possono certo mentire sul fatto che non sono adatti e sicuri .


Ma ecco che arriva la soluzione , Bell Bullit !


Il nome riprende quello che cult movie con Steve McQueen, è il casco più bello e elegante in circolazione e si ispira all'originale Bell Star

Il progettista dichiara non voleva fare un'altro casco d'epoca ma uno moderno con tutte le caratteristiche di sicurezza e confort orientata a quel pubblico che ama il mondo delle moto classiche e che vuole uno specifico stile.



Un casco che come le moto potesse essere personalizzabile, e Il Bullitt lo permette grazie alla grande disponibilità di colori e alle opzioni per le visiere, sia piatte che a bolla che vanno da quelle chiare a quelle scure passando per quelle a specchio...con la possibilità di smontarla e andare senza, quindi adattandosi a ogni stile di moto e di guida  
La vestibilità è molto attillata, non hai quella sensazione di oscillazione della testa all'interno, quando per caso apri la visiera e fai dei movimenti mentre sei in moto, ma allo stesso tempo il volto non viene compresso come spesso accade con gli altri caschi integrali.



La schiuma EPS utilizzata da Bell è progettata per essere leggera e per il massimo comfort - e sembra funzionare bene. 
La dote che sicuramente colpisce in maniera positiva è lo spazio per il volto, non ti senti per niente soffocare, la grande apertura frontale regala elevata visibilità laterale e la mentoniera è abbastanza distante da non dare fastidio, nessun casco integrale può vantarle una tale "abitabilità".

Certo come un paio di scarpe nuove ha bisogno di un attimo di adattamento ma superato questo momento gli interni scamosciati diventano comodi come un guanto.
Interni che sono completamente smontabili e lavabili per una perfetta pulizia del casco.
Per rifinitura possiamo paragonarlo ai lussuosi ed esclusivi Ruby Helmet, ma con un costo ridotto ad un terzo infatti costa circa 400 euro, prezzo variabile a seconda delle versioni e dei colori fino ai circa 600 euro per la versione in carbonio.




Parlando di colori noi abbiamo scelto un classico nero lucido, che bene si adatta su tutto, il nero è elegante e aggressivo allo stesso tempo anche se lo abbiamo personalizzato con i nostri loghi. 
Abbiamo prima accennato alla visiera, noi abbiamo provato quella piatta che migliora la visione e elimina quel leggero effetto distorsivo della versione a bolla, anche se per lo stile vince quest'ultimo.



L'apertura risulta facile anche con i guanti, infatti sul bordo inferiore della visiera si trova una linguetta in pelle con un magnete al suo interno, questo aderisce alla mentoniera del casco ed è facile da adoperare. 
Il meccanismo prevede tre posizioni di apertura della visiera, mentre non è prevista la posizione minima che alcuni utilizzano d'inverno per favorire l'areazione.



Areazione che è un altro punto di forza di questo casco, infatti con le 4 bocchette posizionate in alto insieme a quella presente sulla mentoniera permettono un notevole afflusso d'aria che viene estratto dalla feritoia posta sulla parte posteriore del guscio.
Sono sicuro che difficilmente soffrirò il caldo, come è successo con altri caschi integrali, durante i mesi estivi.



Di contro questo pregio solleva l'unica nota negativa e cioè un'elevata rumorosità a visiera aperta, proprio per il notevole flusso d'aria, che però si riduce notevolmente con la visiera chiusa, ma per chi come me è abituato da anni a guidare con il vento in faccia è ben poca cosa questo fattore.
Il cinturino sotto gola ha un sistema di chiusura a doppio anello.
La calotta è disponibile in 6 versioni da Extra small a 2 XL per un peso di circa 1500 gr.
Casco quindi promosso a pieni voti che risolve il grande dilemma tra casco jet e casco integrale.
Grazie alla Bergamaschi , distributrice per l'Italia del marchio Bell per averci fornito questo casco per effettuare la prova .
Prossimamente proveremo anche il Custom 500, la versione jet dell'azienda americana. 


No comments

La libertà di opinione verrà rispettata sempre, nei limiti della legalità. Qualora si ravvisino commenti offensivi ovvero in violazione di una qualsiasi normativa in vigore, il commento verrà cancellato ma conservato (con il relativo indirizzo ip di pubblicazione) per una eventuale azione legale.

RocketGarage Design. Powered by Blogger.